Mirra
Essenze

Mirra

L’uso e proprietà olfattive della mirra l’hanno resa una resina molto importante fin dall’antichità, infatti era molto ricercata per le celebrazioni religiose, riti e per la produzione di profumi.

Mirra

Proprietà olfattive.

Formato: resina in grani e olio essenziale.
Nota: base
Profumo: caldo, speziato e balsamico.
Armonizzazione: oli speziati e con Cipresso, Ginepro, Olibano, Lavanda, Menta, Opoponax, Patchouli e Sandalo.

Usi storici e moderni

Per la sua importanza specialmente nell’antico Egitto, La Regina Hatshepsut con una spedizione, ne fece portare dalla terra di Punt un ingente carico insieme ad un’altra preziosa resina, l’incenso.

La mirra nelle civiltà antiche rappresentava il grembo della Terra e l’essenza femminile. Si credeva che il suo profumo potesse iniziare ai misteri delle Dee.

Era ad esempio impiegata nelle fumigazioni come offerta alla Dea Iside ed aveva origine divina.
La mirra, sempre nell’antico Egitto, era uno dei componenti per il Kyphi, una miscela di profumi ed aromi molto utilizzata in diverse regioni. Fra i miti riguardanti la mirra troviamo quello di Adone, che si diceva essere nato da un albero di mirra. Questa leggenda è avallata dal fatto che la madre di Adone era appunto chiamata Mirra. Secondo il mito la fanciulla dopo, un rapporto incestuoso con il padre a seguito di un l’inganno, scappò in Arabia dove, per salvarsi dalle sue ire, implorò gli Dei di essere tramutata in albero.

Fumigata è usata per la pace, il rilassamento, il ripristino della salute, stimolante amore sensuale, benedizione e protezione. La si può usare nelle miscele di purificazione e meditazione.

La mirra può essere usata alle miscele per migliorare la spiritualità e la meditazione, dona forza ed ottimismo soprattutto per ciò che riguarda i sentimenti.